Ridurre il consumo energetico presso i punti vendita

Ambiente

La boutique Bulgari rinnovata, Via Condotti, Roma © Bulgari

Circa il 70% delle emissioni di gas a effetto serra di LVMH è attribuibile al consumo energetico presso i punti vendita del Gruppo, che coprono oltre un milione di metri quadrati di spazio retail in tutto il mondo. Per contribuire a combattere il cambiamento climatico, LVMH e le sue Maison hanno dato priorità al miglioramento delle prestazioni energetiche degli spazi retail.

Le Maison LVMH passano all'illuminazione a LED

La prima leva è l’implementazione dell’illuminazione a LED (Light-Emitting Diode, ovvero diodi a emissione luminosa), che riduce mediamente il consumo energetico del 30% rispetto all’illuminazione tradizionale. LVMH ha sviluppato una considerevole esperienza in quest’ambito e nel 2012 ha lanciato il programma LVMH Lighting. Questa politica ha portato alla creazione di una piattaforma interna di e-commerce che facilita l’approvvigionamento delle Maison del Gruppo. Molti brand hanno già adottato misure importanti: la Maison Dior Couture ad esempio si è impegnata a dotare tutti i suoi nuovi punti vendita di luci LED ed utilizza già questa tecnologia per l’illuminazione del 90% delle boutique esistenti.

LVMH incoraggia inoltre i suoi marchi a spegnere le luci nelle vetrine dei punti vendita di notte per ridurre il consumo energetico. Ciò ha comportato notevoli risparmi energetici ed economici.

Punto vendita Dior Homme, rue François 1er, Parigi © Dior

Bulgari ristruttura il punto vendita di Roma

Un altro modo per migliorare le prestazioni energetiche dei punti vendita è rappresentato da opere di costruzione e ristrutturazione sostenibili che tengano conto dell’impatto ambientale. La famosa boutique Bulgari in Via Condotti a Roma è un case study di eccellenza da questo punto di vista. L’intero rinnovo del punto vendita soddisfa i più elevati standard in materia di protezione ambientale e lotta al cambiamento climatico. L’installazione di tutta l’illuminazione a LED, ad esempio, ha ridotto il consumo energetico di quasi il 40%.

La boutique Bulgari rinnovata, Via Condotti, Roma © Bulgari

Sephora implementa un sistema di gestione energetica

Negli ultimi anni il Gruppo LVMH si è adoperato per garantire una gestione energetica ottimizzata per gli spazi retail. È attualmente in corso un progetto pilota presso 14 punti vendita del mondo. Sephora U.S. ha implementato dal 2007 un sistema di gestione energetica per i suoi punti vendita. Attualmente 288 boutique Sephora sono già dotate del sistema di gestione ambientale (EMS) ed entro il 2018 tale implementazione sarà completata presso tutti i punti vendita. Questi sistemi consentono la gestione in tempo reale dei consumi per identificare opportunità di risparmio e favorire un processo di continuo miglioramento.

Punto vendita Sephora, Stati Uniti © Sephora

Altre iniziative: Ambiente