Edun

Caricamento...
Edun
Edun

Edun Edun

Fondata da Ali Hewson e da suo marito, il cantante Bono, Edun ha l'obiettivo di promuovere il commercio in Africa localizzando la produzione su tutto il continente.

Data di creazione: 2005
CEO: Julien Labat
Sede legale: 107 Grand Street, New York, NY 10013 - Stati Uniti d'America
Sito web: www.edun.com

Identità

Fondata nel 2005 da Ali Hewson e da suo marito, Bono, Edun trae ispirazione e fabbrica i suoi prodotti sul continente africano. Le sue collezioni di abbigliamento, accessori e gioielli non sono solo il frutto dell’artigianato locale, ma anche l’espressione di una nuova Africa, fatta di dinamismo, di creatività e di spirito imprenditoriale. Sin dalla sua fondazione, Edun ha stabilito partenariati con stilisti, produttori e fabbricanti locali per creare le sue collezioni esclusive. Edun sostiene numerose iniziative, sia nel settore artistico sia in quello agricolo, sociale e industriale, che nel loro insieme contribuiscono allo sviluppo dell’Africa.

Manifesto della campagna pubblicitaria Edun © Danielle Sherman

Icona

L'Africa ha avuto un'influenza enorme sulla vita di Ali Hewson e di Bono, i due co-fondatori di Edun che si sono innamorati di un continente in piena evoluzione. Da oltre 20 anni, quest’artista impegnato e sua moglie sono convinti che i paesi africani abbiano bisogno del commercio per sviluppare le loro economie, e di essere considerati come dei veri partner commerciali.

Ali Hewson e Bono, i fondatori di Edun © Would be through Louis Vuitton

Ispirazione

Creato nel 2009 da Edun e dall’associazione Invisible Children, il CCIU (Conservation Cotton Initiative Uganda) ha come missione di sostenere le migliaia di contadini costretti a trasferirsi a causa della guerra civile in Uganda. Il CCIU fornisce i finanziamenti ma anche un supporto in termini di consigli commerciali e tecnici per promuovere la produzione di cotone biologico di qualità utilizzando metodi sostenibili. Più di 8.500 coltivatori partecipano al CCIU, che assicura un reddito stabile alle loro famiglie e alle popolazioni locali preservando allo stesso tempo i loro ecosistemi.

Panorama di un paesaggio del Kenya © Todd Selby

Prospettive

Nel 2014 Edun ha realizzato il 95% della sua produzione nell’Africa subsahariana, mentre nel 2011 aveva realizzato solo il 37%. Questo risultato è il frutto degli enormi sforzi intrapresi dalla Maison, pionieristica nel suo approccio complesso e ambizioso. Nel 2013 la Maison ha presentato una capsule collection interamente realizzata con il cotone prodotto dal CCIU.

Dati chiave

  • 95% della produzione realizzata in Africa
  • 8.500 agricoltori iscritti al CCIU (Conservation Cotton Initiative)
  • 2005 data di creazione della Maison Edun