Emilio Pucci

Emilio Pucci

Emilio Pucci

“L’allegria è uno degli elementi più importanti che metto nella moda. E la ottengo con il colore.”
Emilio Pucci

Data di creazione: 1947
Sede legale: Via Fieno, 3 Milan - Italia
Sito web: www.emiliopucci.com

Identità

Nato nel 1914 in una delle più antiche casate fiorentine, il marchese Emilio Pucci diventa un prodigio della moda negli anni Cinquanta grazie a una visione pionieristica il cui eco risuona ancora oggi. Nel 1947 debutta inaspettatamente nel mondo della moda creando un completo da sci rivoluzionario, immortalato sulle piste di Zermatt per Harper’s Bazaar da Toni Frissel. Di lì a poco, apre la sua prima boutique a Capri dedicata a capi per le vacanze, semplici ma di gusto, che incarnano l’anima spensierata dell’isola e i suoi colori solari e accesi. Più tardi, le sue creazioni attirano lo sguardo di icone femminili di fama mondiale come Marilyn Monroe, Sophia Loren, Jackie Kennedy, Gloria Guinness, Madonna e Nicole Kidman.

Il marchese Emilio Pucci sistema la tenuta da sci di Poppi de Salis, in Pucci; Zermatt, 1947. Harper’s Bazaar, dicembre 1948. © Toni Frissel. Per gentile concessione degli archivi Emilio Pucci, Firenze.

Icona

Affascinata dalle sue audaci, inedite creazioni e dal suo approccio radicale alla moda dell’epoca, la stampa settoriale internazionale ha incoronato Emilio Pucci “Principe delle stampe”. Forte influenza nella moda contemporanea, la tradizione di Pucci continua a essere uno dei principali motori della nascita dello stile “made in Italy” e una pietra miliare dello sportswear in Italia.

Le modelle sul tetto di Palazzo Pucci a Firenze indossano la collezione Primavera-Estate 1967. © Archivi Emilio Pucci, Firenze

Approfondimento

Laudomia Pucci, Presidente della Maison Emilio Pucci © Juan Aldabladetrecu

“Mio padre è stato un minimalista prima dell’avvento del minimalismo, un membro del jet set prima ancora che i jet volassero, uno scienziato prima che la tecnologia dei tessuti diventasse una disciplina, un provocatore per la sua modernità e audacia sartoriale. Per lui le stampe erano ritmo e movimento, e attraverso le stampe esprimeva un messaggio di contagiosa felicità.”

Lifestyle

Noto esperto della diversificazione creativa, Pucci si è servito del proprio talento di designer per numerosi progetti in altri campi. Tra questi, la creazione di uniformi futuristiche per Braniff International Airlines, il logo della missione spaziale Apollo 15, servizi da tavola per Rosenthal, asciugamani da bagno e tappeti in lana realizzati a mano con gli emblematici motivi Pucci. O ancora una vela dipinta a mano di circa 100 metri per Wally Yachts, la progettazione di arredi insieme a Cappellini e Kartell, mosaici artistici con Bisazza e una collaborazione con Illy Art Collection. Lanciata nel 2019, la pubblicazione “Unexpected Pucci” – curata da Laudomia Pucci, edizione Rizzoli New York – racconta l’universo di Emilio Pucci al di là della moda e raccoglie tutti questi speciali progetti e non solo, dagli anni Sessanta a oggi.

Lo yacht a vela da 18 metri Wally con Pucci Vivara Gennaker – Foto © Carlo Borlenghi

Ispirazione

Traendo ispirazione da culture esotiche e paesaggi naturali del Mediterraneo, Pucci fa un uso ineguagliato del colore, vestendo le sue creazioni di una palette vivace e brillante. Negli anni Cinquanta comincia a sviluppare le sue stampe emblematiche: grafiche, astratte, declinate in un caleidoscopio cromatico. Le forme organiche abbinate ai motivi geometrici riproducono forme di arte contemporanea, ma si ispirano alla sua quotidianità: i mosaici siciliani, le araldiche delle contrade del Palio di Siena, i batik balinesi e i motivi africani.

Emilio Pucci Campagna Primavera-Estate 2020 © Emilio Pucci

Dati chiave

  • 1950 Inaugurazione della prima boutique a Capri
  • PIÙ DI 500 Colori negli archivi Emilio Pucci
  • 2000 m2 La più grande stampa Pucci realizzata per il Battistero di San Giovanni a Firenze

Emilio Pucci sui social media

Scoprire le altre Maison di Moda e Pelletteria