Alexandra Mougin

Orologiaia Analista
Zenith

Il mio métier d’excellence? 

Lavoro come Orologiaia Analista presso Zenith, mi occupo cioè di analizzare i problemi che possono essere riscontrati lungo la catena di produzione e di proporre soluzioni per risolverli. Mi occupo anche del restauro delle creazioni più antiche della Maison.

Il mio percorso? 

Ho cominciato la mia carriera presso Zenith con un apprendistato all’interno del dipartimento dei servizi post-vendita. Ho poi ampliato le mie conoscenze di orologeria con dei corsi serali e all’interno dei diversi dipartimenti della Maison, prima di arrivare al mio impiego attuale. Sono molto legata a Zenith, perché è la Maison che mi ha insegnato tutto ciò che so sull’orologeria.  Sono convinta che il periodo di formazione nel dipartimento dei servizi post-vendita sia stato determinante per lo sviluppo delle mie capacità analitiche, dal momento che il principio era lo stesso del mio impiego attuale: si ricevevano degli orologi non funzionanti e bisognava trovarne il problema. Ho sempre pensato che fosse estremamente gratificante risolvere un problema e vedere poi l’orologio che torna a funzionare.

Le qualità fondamentali per fare questo mestiere? 

La pazienza è fondamentale: un orologio può essere formato anche da 600 componenti, e non bisogna avere fretta di trovare quello che non funziona. Sistemare un malfunzionamento, poi, non si fa in uno schiocco di dita ma potrebbero volerci anche diversi mesi. Anche la passione è molto importante, così come la ricerca della perfezione, necessaria per migliorarsi sempre. La mia passione è così forte che continuo a esaminare gli orologi anche a casa!

Un aneddoto? 

Si tratta del momento nella mia carriera che più mi ha emozionata. Durante l’apprendistato, il mio supervisore mi ha insegnato le basi del mestiere e dell’orologeria. Ci siamo poi ritrovati e abbiamo collaborato per tanti anni presso Zenith. Prima di andare in pensione mi disse: “l’allieva supera il maestro”. Non lo dimenticherò mai. Ancora oggi quelle parole mi emozionano profondamente.