Pauline Monier

Responsabile della protezione dei diritti in internet, Louis Vuitton

Un percorso atipico, una forte motivazione e un impegno costante caratterizzano la carriera di Pauline Monier. In qualità di avvocato specializzato, ricopre una posizione chiave per una Maison molto esposta come Louis Vuitton.

“Il mio percorso formativo è piuttosto atipico. Dopo aver studiato sinologia all’Institut national des langues et civilisations orientales di Parigi ed essermi laureata in legge all’Università Paris-Sorbonne, sono andata a Londra per conseguire un master in diritto cinese, e poi a Parigi per un master specializzato presso l’ESSEC in diritto degli affari internazionali e management.

Oltre alle conoscenze acquisite, questi anni di studio mi hanno motivata al lavoro di gruppo e a collaborare con gli altri in un ambiente internazionale. Quando sono entrata a far parte di Louis Vuitton nel 2009, queste mie aspettative sono state pienamente soddisfatte. Da allora, sia io che i miei colleghi lavoriamo sempre per la Maison: i membri del mio team, che sono responsabili della protezione e difesa dei marchi su Internet e della gestione dei portafogli di nomi di dominio; i colleghi del mio dipartimento, a Parigi come all’estero, e infine le persone dei diversi servizi associati (digitale, sistemi informativi, clienti, ecc.).

La diversità di questi interlocutori, all’interno di Louis Vuitton e del gruppo LVMH, dimostra la ricchezza delle problematiche di cui mi occupo ogni giorno. In un ambiente digitale in costante evoluzione, i progetti non mancano mai. Tra pragmatismo, reattività, creatività e audacia, avvio azioni giudiziarie, concludo accordi di cooperazione, partecipo alla definizione di strategie globali contro la contraffazione in Internet, e molto altro. Lavorare da Louis Vuitton per proteggere i suoi savoir-faire, le sue tradizioni e le sue innovazioni mi dà la sensazione di preservare la sua eredità, contribuire alla sua storia e appartenere pienamente alla Maison”.