NOTIZIE

Responsabilità sociale & Ambientale

Luce verde

Grazie ai progressi nel campo dell’illuminazione, è oggi possibile produrre luce consumando molta meno energia. Le luci a LED (Light-Emitting Diode) consentono infatti di ridurre il consumo energetico del 40% in media rispetto all’illuminazione tradizionale.

Una rivoluzione verde capitale per LVMH: l’80% delle emissioni di gas serra del Gruppo sono direttamente attribuibili al consumo di energia nei suoi 4700 negozi che si estendono su una superficie di circa 1,5 milioni di metri quadrati – l’equivalente di 200 campi di calcio. E poiché metà del consumo di energia di un negozio proviene dall’illuminazione (il restante 50% è legato principalmente ad aria condizionata e riscaldamento), il ricorso a tecnologie meno energivore è essenziale per LVMH, che mira a ridurre le emissioni di CO2 del 25% entro il 2020.

Per sostenere le sue Maison nella loro sfida – continuare a risplendere consumando meno energia grazie alle nuove soluzioni a LED – il Gruppo ha creato nel 2013 il programma LVMH Lighting. L’obiettivo: supportare gli architetti delle Maison nell’installazione di impianti di illuminazione a LED per valorizzare al meglio spazi retail e prodotti. Dietro ogni prodotto LVMH si cela una meticolosa attenzione ai dettagli, un costante desiderio di innovazione e la ricerca dell’eccellenza: caratteristiche che si ritrovano nell’illuminazione dei negozi del Gruppo.

© DR Sephora
© SWPhotography

Illuminare l’esperienza del cliente

Per LVMH, l’illuminazione ha un ruolo determinante nel creare un’esperienza straordinaria per i clienti all’interno dei suoi negozi. Il LED è una soluzione affidabile, ecologica, sostenibile ed economica che consente agli architetti di dare libero corso alla propria creatività per ideare luminosi e sofisticati design che mettano sottilmente in luce i prodotti e offrano comfort visivo. A tal fine, le fonti di luce sono spesso nascoste affinché i prodotti attirino all’istante lo sguardo del cliente senza che vi siano riflessi o transizioni brusche tra due ambienti con un’illuminazione dal forte contrasto.

Per LVMH, l’illuminazione ha un ruolo determinante nel creare un’esperienza straordinaria per i clienti all’interno dei suoi negozi”.

© DR Celine

LVMH presenta la seconda edizione dei LIFE in STORES Awards: LVMH promuove l’eccellenza ambientale all’interno delle sue Maison, premiando i risultati più straordinari raggiunti nei punti vendita del suo Gruppo

Lire l'article

Innovazioni luminose

Collaborando con gli architetti e i lighting designer del gruppo, LVMH Lighting contribuisce a dare spazio alla loro creatività e al loro approccio estetico. Legami consolidati con una rete di fornitori consentono a LVMH Lighting di offrire prodotti davvero innovativi e soluzioni su misura – l’80% delle fonti di luce che vengono ordinate non sono prodotti standard da catalogo.

Inoltre, LVMH Lighting trasforma gli imperativi ambientali in un motore per l’innovazione. Al fine di affrontare la colossale sfida di sostituire l’illuminazione tradizionale con il LED in tutti i negozi LVMH, il programma si è avvalso dell’aiuto del rinomato lighting designer Hervé Descottes. Per agevolare al massimo questa transizione, nota come retrofitting, il diametro dei LED doveva corrispondere allo standard di allora: lampadine a ioduri metallici MR16 da 50 mm – un prodotto che, però, non era disponibile sul mercato. LVMH ha quindi incaricato la società giapponese Citizen Electronics di risolvere questo problema progettando una soluzione adatta alle esigenze. È nata così nel 2017, dopo due anni di ricerca, “Light Engine”, lampada a LED che produce la stessa luce di una a ioduri metallici da 40 W ma ne consuma solo 12 ed è progettata per durare in media ben cinque anni.

© DR T Fondaco Dei Tedeschi

Obiettivo 100% LED entro il 2020

L’illuminazione a LED ricopre un ruolo centrale nella sfida del Gruppo di ridurre il consumo energetico, e l’impatto positivo del suo impiego è già visibile. Inizialmente, LVMH aveva previsto una riduzione del 25% delle emissioni di gas serra generate dai suoi negozi entro il 2020 – per il 15% grazie al LED e per il 10% all’elettricità verde. Alla fine del 2017, il LED aveva già consentito a LVMH di ottenere un risparmio energetico del 19%. Ma anziché limitarsi a questo traguardo, il Gruppo ha deciso di fissare un obiettivo ancora più ambizioso: una riduzione del 30% dell’energia grazie al LED entro il 2020.
LVMH Lighting si fa carico della volontà di portare il 100% dei negozi LVMH all’illuminazione a LED entro il 2020. Una vera sfida, se si pensa che alla fine del 2017 solo un terzo dei negozi era illuminato con questa tecnologia. Tuttavia, benché sia spesso più complesso e costoso procedere al retrofitting di un negozio piuttosto che integrare il LED direttamente in un nuovo progetto di costruzione o di ristrutturazione, gli sforzi sono ampiamente ripagati. Alcune Maison, tra cui Sephora, Bulgari e Le Bon Marché, hanno già completato con successo il programma di retrofitting. Inoltre, al fine di supportare tali progetti, LVMH ha portato il suo fondo per il carbonio a 12 milioni di euro – il doppio rispetto al 2017.

© Pixelis

LVMH Lighting si fa carico della volontà di portare il 100% dei negozi LVMH all’illuminazione a LED entro il 2020.

Premiare l’eleganza e la sobrietà

I LIFE in Stores Awards, che attribuiscono riconoscimenti alle iniziative ambientali esemplari dei negozi del Gruppo LVMH, prevedono per l’illuminazione due premi specifici: il premio Lighting Design – che è andato a DFS nel 2018 per la boutique T Fondaco dei Tedeschi a Venezia – e il premio speciale Lighting Progress, quest’anno assegnato a Sephora Europe per il suo impegno nel retrofitting. Nella prima edizione dei LIFE in Stores Awards, nel 2016, Sephora si è aggiudicata il premio Lighting Design per il negozio Huntington Beach in California mentre, grazie alla T Galleria Beauty by DFS Causeway Bay a Hong Kong, DFS ha conquistato il premio speciale Lighting per aver ottenuto il record della più bassa potenza di illuminazione per metro quadrato.

I successi di DFS e Sephora sono la prova concreta che le soluzioni di illuminazione possono essere eleganti e offrire al contempo una notevole efficienza energetica. LVMH Lighting e la sua rete di lighting designer collaborano con gli architetti delle Maison su tutte le iniziative legate alla luce – che sia naturale o artificiale. Ad esempio, ne progettano ogni aspetto nei minimi dettagli concentrandosi su resa cromatica e contrasti, centrali per catturare l’attenzione, piuttosto che diffondere una luce uniforme e valorizzano con la luce i prodotti attraverso la loro disposizione nello spazio.

© DR Louis Vuitton

Nel 2018, LVMH ha creato un programma di formazione per gli architetti e gli store planner del Gruppo al fine di consentire loro di ottimizzare le prestazioni ambientali dei negozi. Il programma prevede un modulo dedicato all’illuminazione. Intitolata Life Influencers Agency, la formazione è stata sviluppata in collaborazione con esperti di neuroscienza e consiste in brevi sessioni online di 10 minuti per un periodo di sei mesi e cinque workshop di una giornata.

Benché la tecnologia LED offra già prestazioni straordinarie, la strada è ancora lunga: l’emissione luminosa del LED aumenta a un ritmo paragonabile a quello dei computer, la cui potenza di elaborazione raddoppia ogni 18-24 mesi circa. Il potenziale è enorme: se i LED attualmente sul mercato hanno un’efficienza luminosa di 100 lumen per Watt, i laboratori di ricerca hanno già studiato soluzioni che offrono un’efficacia tre volte superiore.

© DR Celine
© DR Guerlain

Guardando al futuro

Il LED è anche una tecnologia digitale rivoluzionaria per la quale molte applicazioni restano ancora da inventare. Impiegato oggi come alternativa all’illuminazione tradizionale, il LED alimenterà nei prossimi anni la creatività in materia di lighting design nei negozi, in particolare integrando l’intelligenza.

Parallelamente alla sfida LED, LVMH Lighting ha per missione di definire meglio come l’illuminazione influisca sulla qualità dell’esperienza del cliente e prevede di condurre studi scientifici per valutare l’impatto della luce nei negozi. E poiché diverse regioni del mondo hanno una propria “cultura della luce”, LVMH Lighting sta riflettendo sulle migliori soluzioni per adattare l’illuminazione dei negozi alla cultura locale, restando fedele all’identità luminosa di ogni Maison e, naturalmente, rispettando l’ambiente.